Un personal shopper, consulente per gli acquisti, è una persona che dietro pagamento aiuta altre persone a scegliere e a comprare oggetti di qualsiasi tipo: abbigliamento, oggetti di arredamento, regali per le ricorrenze, ecc. Il personal shopper, consulente per gli acquisti, può accompagnare i clienti per negozi, oppure acquistare gli oggetti per conto loro. Questo lavoro si è da poco diffuso in Italia (ndr. 2003/2004), ma sta diventando sempre più ambito tra i giovani e non è raro trovare professionalità di questo tipo soprattutto nelle grandi città come Roma, Milano o Torino e soprattutto nell’ambito della moda. I clienti sono normalmente persone abbienti, in carriera o che gravitano intorno al mondo della moda e dello spettacolo e generalmente con poco tempo a disposizione. Negli ultimi anni sono molte le aziende multinazionali che hanno scelto questa figura anche per affidare ad essa l’arduo compito di scegliere fornitori qualificati per la creazione di prodotti e di beni, di buon livello e nel contempo a prezzi competitivi. Il personal shopper, consulente per gli acquisti, trova lavoro anche in lussuosi negozi e non solo, per consigliare la clientela sugli abiti migliori gli oggetti di arredamento o lo stile più appropriato in base alle caratteristiche del cliente. Il personal shopper, consulente per gli acquisti, accompagna il cliente presso show-room – spazi espositivi, piccole botteghe artigiane, outlet, mercatini, gioiellerie e pelletterie, negozi di antiquariato o di porcellane rare, ecc. Le principali caratteristiche che si devono possedere per intraprendere questa professione sono: buona cultura; modi gentili, affabili e simpatici; gusti raffinati capacità di ascolto e la diplomazia sapersi relazionare con persone di alto livello sociale; conoscere la città in cui si vuole praticare la professione e soprattutto i negozi Esistono corsi di specializzazione per intraprendere questa professione.