Armocromia: le caratteristiche delle persone primavera

L’armocromia è una disciplina utile ad individuare la palette cromatica che più valorizza la nostra immagine. Questa scienza è stata teorizzata negli anni ‘60 da Johannes Itten, nel momento in cui suddivide i colori in base a 2 variabili, la temperatura e il valore, e successivamente li raggruppa in 4 categorie, ognuna corrispondente ad una stagione dell’anno. Scopriamo insieme le caratteristiche delle persone primavera e come viene effettuata l’analisi del colore.

La stagione primavera: le principali caratteristiche

L’armocromia, ovvero la scienza dei colori, ha come obiettivo quello di valorizzare i toni naturali del viso – occhi, capelli e incarnato – attraverso una palette personalizzata. Tale scienza prevede il raggruppamento delle tonalità in 4 categorie cromatiche corrispondenti alle 4 stagioni. Tra queste troviamo la primavera.

La primavera è una delle stagioni più luminose e brillanti tanto da essere considerata la più rara in Italia. Infatti, le caratteristiche principali delle persone che appartengono a questa categoria sono: un sottotono caldo, valore cromatico chiaro o mediamente chiaro, intensità alta o mediamente e contrasto alto o medio alto. Per questo motivo presentano un incarnato chiaro e luminoso – spesso con lentiggini – tendente al rosa pesca. Gli occhi devono essere mediamente brillanti o molto brillanti di colore azzurro, verde, verde dorato o con pagliuzze dorate, verde acqua o turchese. Infine, i capelli possono essere biondo dorato, grano o rame, castano chiaro, medio o medio scuro.

primavera

È bene ricordare che la primavera, come tutte le stagioni, prevede quattro categorie: una stagione assoluta, perfettamente bilanciata, e tre sottogruppi che presentano una variabile – sottotono, valore, intensità e contrasto – dominante rispetto alle altre. Le quattro categorie della primavera sono:

  • Primavera pura: questa categoria è caratterizzata da un perfetto bilanciamento di tutte le 4 variabili che vengono prese in considerazione dall’analisi del colore. Quindi le sue caratteristiche sono un sottotono caldo, valore chiaro, intensità e contrasti alti;
  • Primavera brillante: la caratteristica dominante di questo sottogruppo è l’intensità molto alta che viene accentuata dal contrasto occhi, pelle e capelli. Infatti presentano un incarnato caldo e capelli castano medio o scuro in contrasto con gli occhi chiari e brillanti, dal blu all’azzurro fino al verde dorato. Per valorizzare, quindi, la luminosità tipica della primavera la palette perfetta è costituita da tutte le tonalità più accese ed intense come il verde menta, il blu royal e il corallo;
  • Primavera chiara: la variabile dominante della primavera light è il valore molto chiaro. Per questo motivo le persone appartenenti a questa categoria hanno pelle, capelli e occhi prevalentemente chiari. Questo le porta ad avere un contrasto più basso ma nonostante ciò mantengono la brillantezza e la luminosità tipica della stagione. Infatti, la palette di colori è costituita da tonalità più delicate e neutre come l’acqua marina e il turchese;
  • Primavera calda: la caratteristica dominante di questa categoria è il sottotono molto caldo. Per questo motivo troviamo persone caratterizzate da capelli rossi naturali o biondo ramato, occhi chiari verdi o azzurri e pelle chiara spesso con lentiggini. Infatti, la palette su cui puntare è costituita da tonalità molto calde come il beige, l’albicocca, il verde prato e il biscotto. È comunque bene fare molta attenzione, in quanto questa categoria viene spesso confusa con l’autunno.

Lo studio dei colori, cosa sapere

I colori hanno la capacità di valorizzare o penalizzare la bellezza e i toni naturali del viso delle persone. Per questo motivo è necessario effettuare il test dell’armocromia che permette di individuare la stagione di appartenenza e di conseguenza di definire una palette personalizzata. Quest’ultima sarà, quindi, costituita da tutte quelle tonalità che sono in grado di valorizzare la nostra immagine, illuminando il voto e minimizzando le imperfezioni.

Dato che l’armocromia è una disciplina che deriva da diverse discipline, vi sono numerosi metodi per effettuare il test dell’armocromia. Uno dei più diffusi ed efficaci è il drapping ossia un metodo che prevede l’accostamento di drappi colorati – stoffe di dimensione 50 X 30 – al viso struccato per vedere che effetto hanno sul viso e definire la stagione di appartenenza. Il primo passo è quello di accostare i metalli, rispettivamente oro e argento, e i rosa caldi e freddo che forniscono preziose indicazioni sul sottotono della pelle.

primavera

Grazie a questa tecnica è possibile individuare le 4 caratteristiche chiave dell’armocromia: il sottotono che può essere caldo o freddo e segnala la famiglia di colori capaci di valorizzare la propria immagine, il valore che segnala quanto una persona nel suo insieme risulti chiara o media scura, l’intensità che indica quanto una persona presenti colori vibranti e pieni, rispetto a quelli soft e attenuati e il contrasto ovvero lo stacco cromatico tra capelli, occhi e incarnato.

È importante ricordare che per effettuare l’analisi del colore è necessario rivolgersi ad un consulente di immagine che, grazie al suo percorso formativo, conosce tutte le tecniche e gli strumenti per individuare le tonalità capaci di valorizzare la propria immagine.

Non sai che tipo di stagione sei? Restiamo in contatto

L’Accademia Consulenza di Immagine è un ambiente formativo e altamente specializzato che offre ogni mese un’ampia gamma di corsi e moduli costantemente aggiornati. Se vuoi diventare consulente di immagine o semplicemente ampliare le tue conoscenze di base, saremo in grado di consigliarti e aiutarti a scegliere il corso perfetto per te. Contattaci per ricevere maggiori informazioni.

IDI: CHE-219.009.530 IVA
©2022 Accademia Consulenza Immagine

Crediti: kreas.it

Aici member logo new (1)
Logo internation color analysis bianco
Logo aif formatori

Scopri tutta l'offerta formativa dell'Accademia Consulenza di Immagine

Scarica ora l’ebook gratuito

Compila il form e riceverai il link per scaricare l'ebook!

Ilaria Marocco

Isabella Ratti

COME DIVENTARE

CONSULENTE D'IMMAGINE

LA PROFESSIONE DEL FUTURO

Un manuale esaustivo e interdisciplinare perfetto per aspiranti image consultant, personal shopper o appassionati del settore. È un concentrato dell’esperienza delle due autrici e della loro passione per la loro professione e per l’insegnamento.

Ilaria Marocco

The Business Dresscoder
Membro AICI Italy Chapter

Dopo la laurea in “Scienze della Moda e del Costume” all’Università La Sapienza di Roma continua la sua formazione a Milano specializzandosi nella Consulenza d’immagine con i migliori formatori presenti in Italia. Parallelamente al percorso universitario, approfondisce gli studi sulla Comunicazione verbale, paraverbale, non verbale e PNL (Programmazione Neuro Linguistica) nella Public Communication University di Roma. Le due formazioni le hanno permesso di consolidare le conoscenze sul ruolo dell’abbigliamento inteso come elemento  persuasivo nella comunicazione non verbale. Esperta nella gestione dell’immagine pubblica, lavora e collabora con importanti realtà private e aziendali. Nella consulenza aziendale supporta le organizzazioni, che necessitano di creare un’immagine aziendale coordinata, solida e coerente capace di comunicare coerentemente il valore del proprio lavoro, progettando e ideando divise aziendali e/o educando i team al corretto Dress Code aziendale. Nella Consulenza ai privati affianca le donne nella ricerca di un abbigliamento intelligente  e valorizzante in grado di trasferire il messaggio voluto a se stesse al proprio interlocutore. Dal 2019 è membro di AICI Italy Chapter.

Tesoriere e segretario dell’associazione consulenti d’immagine AICI Italy Chapter da giugno 2019 a giugno 2021

Per ulteriori informazioni potete consultare il suo profilo LinkedIn oppure visitare il suo sito www.ilariamarocco.it

Logo aif formatori

I materiali del corso