Formazione in comunicazione efficace: sapersi esprimere in ogni situazione con qualunque interlocutore

“L’uomo è un animale sociale”, scriveva Aristotele: senza la possibilità di confrontarsi e relazionarsi con dei suoi simili, non può resistere a lungo. Che sia sul posto di lavoro, tra amici o in una relazione sentimentale, dunque, una buona capacità comunicativa è di imperativa importanza nella vita di tutti i giorni. Per un consulente d’immagine, in particolare, essere in grado di relazionarsi in modo chiaro con il prossimo è il primo passo per la soddisfazione dei desideri e delle necessità del cliente.

Cinque consigli per una comunicazione efficace

La comunicazione è alla base di qualsiasi interazione animale: a differenza delle altre specie, tuttavia, l’uomo è in grado di massimizzare lo scambio di informazioni e renderlo “efficace”, secondo una definizione che in psicologia indica un buon grado di vantaggio e comprensione reciproca. Affinché ciò possa accadere, e affinché il messaggio venga recepito correttamente da qualsiasi interlocutore, sono 5 i consigli da seguire.

1. Parlare in prima persona

Molti esperti ritengono che gran parte delle difficoltà che spesso si riscontrano nella sfera comunicazionale siano legate ad una scarsa autostima o fiducia in sé stessi. Recenti studi, infatti, hanno evidenziato chiaramente come la concentrazione dell’attenzione su sé stessi e sulle proprie azioni sia spesso aggirata o evitata nelle conversazioni.

In altre parole, spesso tendiamo a nascondere la nostra opinione dietro generalità per evitare di prenderci la responsabilità di pareri scomodi. Per una comunicazione più diretta, veloce ed efficace, tuttavia, non bisogna temere di prendere la parola, senza paura di esporsi: esprimere la propria individualità, sfruttando l’impatto emotivo che la prima persona veicola, è un ottimo punto di partenza per una comunicazione vincente.

2. Evitare di generalizzare

La precisione e l’informazione sono alla base di qualsiasi processo comunicativo di successo. Se non si padroneggia un argomento, generalizzare sulla base di informazioni non inerenti è altamente sconsigliato. Farsi portavoce di terzi o categorizzare senza una previa documentazione non può che dare adito a processi comunicativi spiacevoli, inefficaci e spesso offensivi per l’interlocutore. Situazioni simili sono controproducenti, soprattutto se hanno luogo sul posto di lavoro.

3. Avanzare proposte concrete

La concretezza degli esposti è un altro prerequisito importante di una conversazione vantaggiosa: finalizzando la propria opinione verso la risoluzione di problemi tangibili, si evitano inutili giri di parole che distraggono dal focus del dialogo. Centrare l’argomento senza mezzi termini, inoltre, dimostra la padronanza della materia e la preparazione dell’interlocutore.

 

Formazione in comunicazione efficace

4. Evitare critiche scopertamente negative

Esprimere una critica è uno dei tasti più delicati della comunicazione verbale: per veicolare il messaggio in modo costruttivo e non offensivo, è necessaria una precisa calibratura del lessico, del tono e del modo con cui formuliamo la frase. Evitare commenti, esclamazioni e toni sgarbati può creare le premesse giuste affinché la critica possa essere recepita come uno stimolo a migliorare.

5. Fare buon uso dei livelli della comunicazione

A seconda del contesto e delle finalità veicolate, i livelli di comunicazione possono essere:

  • Astratto-teorico, caratterizzato da un lessico forbito e colto, usato per esempio per lezioni o conferenze;
  • Astratto, utilizzato soprattutto per le cosiddette “frasi fatte” e per i luoghi comuni;
  • Concreto, afferente a situazioni realmente verificabili ma lontani dalla propria esperienza;
  • Esperienza diretta, di cui si rende conto in prima persona: si tratta del livello più efficace.

Utilizzando il livello comunicativo adeguato si massimizza l’efficacia della comunicazione.

Abbigliamento e linguaggio del corpo: come sfruttarli per comunicare

Le parole sono solo uno dei tanti mezzi di cui si serve la comunicazione: anche abbigliamento e linguaggio del corpo sono parte integrante della sfera relazionale. Il vestiario, in particolare, è espressione diretta del nostro stile personale, nonché in gran parte responsabile della prima impressione che suscitiamo negli altri.

Una scelta consapevole e mirata degli outfit, dunque, può senza dubbio contribuire a trasmettere un messaggio ben preciso. Un esempio su tutti: presentarsi ad un colloquio di lavoro sfoggiando un elegante blazer dal design sobrio garantirà un aspetto professionale e affidabile, comunicando il nostro interessamento al posto in modo molto più efficace rispetto a quanto farebbe una felpa sportiva.

Allo stesso modo, anche gestualità, postura e sguardo sono strumenti comunicativi molto espressivi: secondo gli esperti, anzi, oltre il 55% della comunicazione quotidiana si gioca sul linguaggio del corpo. Controllare le proprie espressioni facciali e assumere un atteggiamento rilassato può trasmettere sicurezza e professionalità.

Perché la comunicazione è importante per un consulente di immagine?

Per chi, come un consulente d’immagine, ha una professione di tipo interattivo, saper padroneggiare coscientemente le proprie reazioni, verbali e non, è tassativo. Per questo, una formazione in comunicazione è un must per un consulente: quest’ultimo deve essere in grado di esprimersi in modo diretto e chiaro, con un atteggiamento che gli permetta di conquistarsi la fiducia del cliente. Solo così si garantisce un esito vantaggioso della seduta.

Nella situazione attuale, dettata dalla pandemia mondiale da Covid-19, inoltre, è bene specificare che la necessità di un’ottima capacità espressiva si fa a maggior ragione più imperativa nel contesto delle consulenze da remoto, quando la lontananza degli interlocutori impedisce la creazione di un più spontaneo legame empatico.

La comunicazione, come la lingua, è tuttavia un flusso in perenne evoluzione: c’è sempre margine per migliorare. Qualora fossi interessato ad approfondire o consolidare le tue competenze espressive, sono molti i corsi di comunicazione efficace, disponibili online e offline, che possono esserti d’aiuto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Scopri tutta l'offerta formativa dell'Accademia Consulenza di Immagine

Ilaria Marocco

Isabella Ratti

COME DIVENTARE

CONSULENTE D'IMMAGINE

LA PROFESSIONE DEL FUTURO

Un manuale esaustivo e interdisciplinare perfetto per aspiranti image consultant, personal shopper o appassionati del settore. È un concentrato dell’esperienza delle due autrici e della loro passione per la loro professione e per l’insegnamento.

Ilaria Marocco

The Business Dresscoder
Membro AICI Italy Chapter

Dopo la laurea in “Scienze della Moda e del Costume” all’Università La Sapienza di Roma continua la sua formazione a Milano specializzandosi nella Consulenza d’immagine con i migliori formatori presenti in Italia. Parallelamente al percorso universitario, approfondisce gli studi sulla Comunicazione verbale, paraverbale, non verbale e PNL (Programmazione Neuro Linguistica) nella Public Communication University di Roma. Le due formazioni le hanno permesso di consolidare le conoscenze sul ruolo dell’abbigliamento inteso come elemento  persuasivo nella comunicazione non verbale. Esperta nella gestione dell’immagine pubblica, lavora e collabora con importanti realtà private e aziendali. Nella consulenza aziendale supporta le organizzazioni, che necessitano di creare un’immagine aziendale coordinata, solida e coerente capace di comunicare coerentemente il valore del proprio lavoro, progettando e ideando divise aziendali e/o educando i team al corretto Dress Code aziendale. Nella Consulenza ai privati affianca le donne nella ricerca di un abbigliamento intelligente  e valorizzante in grado di trasferire il messaggio voluto a se stesse al proprio interlocutore. Dal 2019 è membro di AICI Italy Chapter.

Tesoriere e segretario dell’associazione consulenti d’immagine AICI Italy Chapter da giugno 2019 a giugno 2021

Per ulteriori informazioni potete consultare il suo profilo LinkedIn oppure visitare il suo sito www.ilariamarocco.it

I materiali del corso